Shoot the Piano Player Rutgers Films in Print eBook å


Shoot the Piano Player Rutgers Films in Print When it appeared in 1960 the inspired fun of François Truffaut's Shoot the Piano Player shocked and delighted critics and audiences around the world Its sudden shifts of tone and mood its willful play with genre stereotypes and its hilarious in jokes clearly signaled that Jean Luc Godard's eually innovative Breathless was not a fluke The two films heralded the arrival of the so called New Wave sharing with other New Wave films an insistence on low budget location shooting and above all on cinema as the personal statement of an author These films had a tremendous impact on all filmmaking Peter Brunette's introduction to this book gives us new insight into the film based in part on revisualizing it in terms of recent postmodern and poststructuralist thinking He argues in effect that Truffaut was one of the directors who paved the way for a postmodern aesthetic The volume also contains a complete and accurate continuity script of the film based on the authoritative wide screen version a series of interviews with Truffaut including one by Hélène Laroche Davis previously unpublished a large number of reviews and essays a filmography and selected bibliography 

  • Paperback
  • 272 pages
  • Shoot the Piano Player Rutgers Films in Print
  • Peter Brunette
  • English
  • 05 March 2015
  • 9780813519425

10 thoughts on “Shoot the Piano Player Rutgers Films in Print

  1. says:

    NON sparate sul pianistaÈ il secondo film diretto da François Truffaut dopo l’intramontabile meraviglioso esordio intitolato I uattrocento colpi È tratto da un romanzo dello scrittore americano di noir David Goodis Down There più noto come Shoot the Piano Player Sparate sul pianista che in francese diventò alla lettera Tirez sur le pianiste e in italiano si trasformò nel bizzarro Tirate sul pianista come se invece di sparargli il pianista andasse sottoposto a un lancio di oggetti vari magari i classici vegetali e uova in segno di disprezzo e disapprovazione per la sua performanceMentre il romanzo è arrivato nelle nostre librerie col giusto titolo Sparate sul pianistaLa trama in sintesi Charlie Kohler era un pianista di successo ma dopo il suicidio della moglie si è ridotto a suonare in una bettola di periferia Una sera incontra il fratello Chico che è inseguito da due gangster Charlie lo aiuta a fuggire ma da uel momento diventa anche lui un bersaglio dei malviventi Charlie è accompagnato da Lena la cameriera del locale che è innamorata di lui ed è a conoscenza del suo passato segreto il vero nome di Charlie è infatti Eduard Saroyan un tempo pianista molto famoso si è ritirato dall'attività di concertista dopo il suicidio della moglieIl proprietario del locale rivela ai due gangster dove si trovano Charlie e Lena I gangster rapiscono anche Fido il fratellino di Charlie Dopo una colluttazione Charlie uccide il proprietario del locale e fugge insieme a Lena nella casa dei suoi fratelli in montagna ua la coppia è raggiunta dai due gangster e durante una sparatoria Lena rimane uccisaGoodis era un celebre scrittore americano di gialli che infatti fu molto tradotto e pubblicato dai Gialli Mondadori Fu amato anche dal cinema e uesto film di Truffaut ne è l’esempio più luminoso Ma film tratti dai suoi libri furono interpretati da Humphrey Bogart e Laureen ‘The Look’ Bacall o diretti da Jacues TournerPer restare al film vanta un’interpretazione magistrale del cantante Charles Aznavour è uno dei capostipiti della nouvelle vague testimonia l’a dei giovani registi francesi meno arrabbiati di uanto si creda per il cinema di papà uello più classico e uindi americano e cinema di genere ma testimonia anche la loro voglia di reinventarlo con nuove regole mischiando generi diversi ui giallo e commedia focalizzando su temi che col giallo poco hanno a che fare timidezza a Il protagonista è buffo tenero esitante per nulla eroe o non eroe da noir L’adattamento di Truffaut è libero l’intenzione è uella di avvicinarsi al film di genere per uanto minore e trasformarlo in opera d’autore non per nulla Hitchcock fu sdoganato da regista di genere ad Autore con la A maiuscola proprio dallo stesso Truffaut – e uanto ne fu contento e soddisfatto il gran vecchio Alfred L’azione conta relativamente è girata in maniera essenziale senza nessuna vera maestria i malviventi sono goffi e buffi una coppia alla Gianni e Pinotto per intenderci l’attenzione di chi è dietro l’obiettivo è focalizzata sui personaggi nei uali sa immergersi con momenti di sospensione con scelte registiche spiazzanti l’audizione e l’incontro con la violinista Il trionfo del pasticheNon per nulla Truffaut dichiarò Si tratta di non condurre mai una scena là dove ci si attende che vada a finire Si crede che il tal personaggio stia per morire ed è l’altro che muore Si crede che la scena volga al tragico ed è il burlesco Bisogna sempre sempre cambiare direzione proprio nel momento in cui le cose stanno per assumere una piega convenzionale

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *